login

Nasce nel 1237 e in giovanissima età entra nell'Ordine dei Frati Minori.
Dotato di estrema umiltà decise di non proseguire negli studi di teologia perché pensava di essere destinato alle funzioni più servizievoli. Fu tuttavia sollecitato allo studio dai suoi superiori, che riconoscevano in lui molti meriti, quindi Corrado riprese la strada dell'impegno intellettuale, per cui ricevette l'ordinazione a sacerdote, ruolo che lo portò a percorrere la strada della predicazione. La sua parola arrivava al popolo con un'incredibile efficacia, tanto da divenire molto famoso tra le genti che visitava.
Sempre disponibile per il prossimo, preferì con il tempo luoghi solitari molto adatti alla contemplazione e alla meditazione. Si ritirò per un certo periodo nel Santuario Della Verna vicino Arezzo, dove San Francesco ricevette le Stimmate.
Ebbe anche diversi incarichi come guardiano dei conventi di Offida e di Forano nel reatino.
La sua vita irreprensibile si spense il 12 di dicembre del 1306 a Bastia Umbra, dove era arrivato per la predicazione dell'Avvento.
Inizialmente il suo corpo fu sepolto nella Chiesa Collegiata di Santa Croce a Bastia Umbra, ma nel settembre del 1320 fu trafugato dai perugini e portato, insieme a quello di Sant'Egidio, nella Chiesa di San Francesco al Prato a Perugia.
Pio VII lo beatificò nel 1817. Dopo oltre sei secoli e mezzo, il 12 novembre del 1994, le reliquie del Beato Corrado tornarono ad Offida dove sono state solennemente traslate e collocate in un altare della Chiesa Collegiata.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze