login
Visualizza sulla mappa

Nacque da una famiglia agiata nel 1555.
In età adulta si trasferì ad Ascoli Piceno dove inziò a studiare l'arte nelle sue più vaste sfaccettature.
Proseguì il suo personale percorso artistico prima a Roma, poi a Firenze e infine approdò a Venezia, dove entrò a far parte della prestigiosa scuola della famiglia Dal Ponte (o Bassano).
Fu nella città veneta che subì l'influenza dei massimi artisti locali come Tiziano, il Veronese e Tintoretto.
Tra le sue maggiori opere Picene vanno ricordate il "Martirio di San Bartolomeo" conservato nell'omonima chiesa ascolana, l'"Adorazione dei Magi", nel Palazzo Vescovile cittadino, e una "Natività", conservata nella Pinacoteca comunale.
Altre opere sono presenti anche ad Offida, Acquasanta Terme, Acquaviva Picena ed Arquata del Tronto.
Morì a Roma nel 1622.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze