login
Visualizza sulla mappa

Chiara Spinucci nasce a Fermo nell'agosto del 1741, figlia del Conte Giuseppe e della nobildonna Beatrice Vecchi-Buratti. Ebbe un'adolescenza felice e crebbe sotto l'attenta protezione paterna; dopo gli studi nella sua città Chiara trascorse alcuni anni nelle principali corti europee. Ormai adulta tornò a Fermo e con la benedizione del fratello, il Cardinale Domenico, andò in sposa a Francesco Saverio di Sassonia, Principe tedesco e membro di una delle casate più importanti di Germania: quella dei Wettin. Le nozze furono celebrate nel 1765 e dall'unione nacquero ben dieci figli tra il 1766 e il 1779. Dopo aver trascorso oltre venti anni fuori dall'Italia, Chiara fu costretta dagli eventi rivoluzionari scoppiati in Europa a tornare nella sua Fermo, nell'Ottobre del 1791, con le quattro figlie e la servitù. Si spense improvvisamente presso il Porto di Fermo, oggi Porto San Giorgio, nel Novembre dell'anno successivo. Il consorte Francesco Saverio commissionò a distanza di pochi mesi allo scultore Domenico Cardelli un monumento funerario che venne collocato nella chiesa Metropolitana di Fermo, splendida opera ancora oggi visibile. I busti di Chiara e di suo marito, il Principe Francesco Saverio, sono conservati nel Palazzo dei Priori sempre a Fermo. Dai matrimoni dei figli della coppia, sopratutto quelle di sesso femminile andate in sposa alle nobili casate europee, ebbero luogo discendenze che arrivano fino ai nostri giorni.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze