login
Visualizza sulla mappa

Uno dei principali monumenti di Piazza Europa, l'ampio spazio aperto che lambisce l'abitato di Rotella.
I coniugi di una nobile famiglia del paese, Giuseppe Maria Ciccolini e Leonide Nasini, decisero nel 1880 di costruire a loro spese un acquedotto, che avrebbe rifornito di acqua potabile la comunità.
A memoria dei lavori svolti venne eretta questa fontana monumentale, completata nel 1888 e progettata in stile neoclassico dall'architetto Alessandro Tamanti, originario di Petritoli ma residente in paese, collaboratore nello studio del noto architetto montaltese Giuseppe Sacconi.
L'opera si compone di una grande vasca rotonda, rivestita all'interno da tasselli in ceramica azzurra e posizionata su un basamento di travertino, pavimentato con pietre di fiume. Al centro della vasca si alza un obelisco, con un piedistallo rettangolare in pietra e con la parte superiore realizzata invece in mattoni, alternati a fasce in pietra, restringendosi nella parte superiore.
In travertino è la cima, dove è scolpito il puntale che trafigge una sfera; dei ceppi in ferro in prossimità dei rubinetti, collegano l'obelisco ai bordi della vasca, qui un tempo era possibile appoggiare e riempire le conche e altri recipienti per rifornire le case di acqua. Questa sgorga da quattro mascheroni in metallo che raffigurano il volto di un putto con in bocca la cannella dove sgorga l'acqua.
Lapidi in pietra occupano quasi tutta la porzione in mattoni del piedistallo, circondano anche i mascheroni, due di queste sono scolpite, la prima ricorda i Ceccolini per l'erezione della fontana mentre l'altra è un ringraziamento del comune per l'opera.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze