login
Visualizza sulla mappa

Opera posta all'ingresso dell'antico abitato di Piano Maggiore, ormai quasi ridotto a rudere.
Occupa una piccola piazzola in cemento, delimitata in parte da un piccolo muretto, davanti c'è una piccola icona e da qui, partono la strada che si addentra fra le macerie del borgo e quella che raggiunge la chiesa di San Pietro.
Rifornita di acque dalla "Fonte Morosa" che poi va a confluire nell'acquedotto del Ruzzo è composta da una colonna con la cima piramidale ed una sottostante grande vasca con i bordi bassi, adatta anche come abbeveratoio per le mandrie. I due lunghi ferri che attraversano la vasca in corrispondenza del rubinetto, servivano un tempo per appoggiare i contenitori per il trasporto delle acque per uso domestico. l'opera dovrebbe risalire alla prima metà del novecento.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze