NULL Giorgio Calcagno - Habitual Tourist
login
Visualizza sulla mappa

Giorgio Calcagno nasce ad Almese in provincia di Torino nel settembre del 1929. E' stato un giornalista, scrittore, poeta e critico letterario. Per motivi lavorativi la sua famiglia si trasferisce nella metà degli anni trenta del Novecento a Genova, dove Giorgio trascorre la sua infanzia e, dopo il consueto percorso scolastico, conseguirà la laurea. Ritornerà a Torino per lavorare nel giornale "Popolo Nuovo", quindi si sposterà a Roma dove per sette anni sarà al "Radiocorriere Tv". Nel 1962 Calcagno entra come redattore nel più importante giornale cittadino di Torino, "La Stampa", diretto dal carismatico direttore Giulio De Benedetti. Apprezzato critico letterario, contribuì a fondare la rivista "Tuttolibri", supplemento culturale della testata torinese, che diresse dal 1976 al 1989, pubblicazione che annoverava le collaborazioni dei più significativi nomi del mondo letterario italiano, solo per citare i noti: Primo Levi, Mario Soldati, Norberto Bobbio, Umberto Eco. Diresse anche le sezione Cultura & Spettacoli con altri grandi giornalisti, come Gaetano Scardocchia e Lorenzo Mondo, collaborò con incarichi sempre di primo piano con "La Stampa" fino al 2004, anno della sua scomparsa, avvenuta quando era in vacanza a San Benedetto del Tronto del Tronto. I suoi esordi come scrittore avvennero nel 1969, con il romanzo "Il Vangelo secondo gli altri", seguirono altre cinque opere che si conclusero con il postumo "Il Passo del Giardino" uscito nel 2006. Nel 1980 esce la prima raccolta di poesie, intitolata "Visite allo Zoo", in seguito vengono dati alle stampe numerosi saggi e ed articoli di letteratura su varie riviste. Dal 2007 nel suo paese natale Almese è stato istituito un Premio Letterario dedicato alla memoria di Giorgio Calcagno, le prime edizioni sono state assegnate a Umberto Eco, Arrigo Levi, Ermanno Olmi, e a Enzo Bianchi. Il grande giornalista fu molto legato alle Marche e alla riviera, infatti sua moglie era originaria di Cupra Marittima, si riposava dalle fatiche giornalistiche nella sua residenza di San Benedetto del Tronto; meraviglioso fu un suo articolo scritto per "Tuttolibri", uscito nell'agosto del 1994, sul "brodetto alla sambenedettese", piatto tipico di pesce.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze