login
personaggi
Giovanni Siccone (Giovanni XVII)
Visualizza sulla mappa

Le notizie della sua nascita sono incerte e più in generale, data la scarsità di fonti attendibili, poche notizie sono pervenute fino a noi.
Siccone Secco venne alla luce nella seconda parte del X secolo, secondo la tradizione nasce a Rapagnano, sebbene anche altre località vantino lo stesso primato, e fu quindi il primo pontefice originario della Marca. Figlio di tale Giovanni, probabilmente di nobili origini oppure secondo altri, nato in povertà. Viene citato come loro parente, dai membri della famiglia bergamasca dei Secco, che vantava importanti personaggi tra le sue fila e tra questi, anche diversi ecclesiastici.
Lo storico settecentesco Vincenzo Cardella scrisse che fu creato cardinale da Gregorio V, ma non esistono altri documenti che lo provino, successe a Silvestro II al soglio pontificio, in secoli turbolenti a causa delle continue lotte di potere tra le fazioni nobiliari di Roma. Viene eletto infatti nel maggio del 1003, grazie alle pressioni della potentissima famiglia dei Crescenzi, fu il 140° Pontefice della Chiesa Cattolica e succede a Papa Silvestro II dopo soli quattro giorni dalla sua scomparsa, venendo consacrato un mese dopo. Unica documentazione che si presume possa essere stata redatta da Giovanni XVII è un'autorizzazione concessa per l'evangelizzazione dei popoli Slavi, al missionario polacco Benedetto, discepolo di Brunone di Quefurt, sebbene i dubbi sulla vicenda siano molti.
Il suo breve pontificato durò soli cinque mesi, Si spense nei primi giorni di novembre del 1003 e fu sepolto nella Basilica di San Giovanni in Laterano.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze