login
Visualizza sulla mappa

Nasce a Carassai nel giugno del 1902, dopo i primi studi si trasferisce a Fermo, dove frequenta il Seminario ed incomincia anche ad appassionarsi alla musica.
Dopo aver preso i voti è a Roma presso l'Istituto Pontificio di Musica Sacra, dove si perfeziona nella composizione di tematiche musicali sacre con i Maestri Refice, Dobiti, e Casimiri, poi con l'Abate Ferretti diventa anche un esperto in Canto Gregoriano, arrivando infine al diploma di magistero.
Dal 1928 fu Maestro di Canto presso il Seminario di Fermo dove aveva studiato, dove diresse anche la locale "Schola Cantorum" rinomata per la specializzazione della polifonia classica, nel 1934 Lavinio viene chiamato nuovamente a Roma alla direzione della Cappella di San Giovanni in Laterano, per sostituire il suo maestro: Casimiri. Nel 1935 vinse il concorso per l'inno ufficiale del Congresso Eucaristico Nazionale svoltosi a Teramo. Dal 1948 al 1973 fu presidente della Commissione Romana di Musica Sacra, nonchè membro della direzione artistica dell'Ente Rassegne Musicali di Loreto, nel 1976 poco prima di morire vince il premio "Una vita per la musica". Scrisse molti articoli di carattere musicale, e fu invitato numerose volte a trasmissioni radiofoniche. Vanno menzionati necessariamente varie sue composizioni come: "Missa Jubilaris a 3 voci ineuguali con organo" e "Cremus pro Pontefice", oltre a varie produzioni discografiche cantate dal Coro della Basilica Lateranense del 1964 e "Musiche di Pierluigi da Palestrina ed altri autori". Tra gli scritti ricordiamo: "Studi sulla storia musicale di Fermo", "Metodo di canto con criteri pedagogici" ed "Antologia Corale con canti polifonici da autori vari" nel 1972.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze