login

Bambole artigianali, fatte a mano con tessuti Vintage e imbottite con pura lana.
Cuscini e cervicalini artigianali, imbottiti con pula di farro.

Le prime Sbambolette di Iv sono nate nel 2009, durante un laboratorio di riciclo con alcune bambine. C’erano dei ritagli di stoffa, un po’ di gommapiuma e alcuni bottoni. E tanta fantasia.
Da quel giorno ho iniziato a creare pupazzi ogni volta che sentivo il bisogno di spegnere il cervello e di lasciare che a lavorare fossero le mie mani e la mia creatività.
Negli armadi di casa c’erano alcune gonne di cotone stampato di quando mia madre era ragazza, miracolosamente sopravvissute al consumismo degli anni ’80; ho iniziato ad usare quelle stoffe belle e resistenti, mi sono innamorata della loro consistenza e delle loro fantasie. Da lì è nata la mia passione per i tessuti Vintage e la quotidiana ricerca di abiti di 30, 40 anni fa, così ben cuciti che a scucirli mi piange un po’ il cuore.
Negli anni ho sperimentato materiali diversi per l’imbottitura, fino ad arrivare alla lana. Quella che mia nonna lavava, metteva ad asciugare al sole a “allargava” con le sue mani, prima di imbottire i materassi.
Oggi compio quegli stessi gesti per creare le mie Sbambolette e ci vuole tempo, ci vuole il sole, ci vuole pazienza.
C’è ancora un ultimo ingrediente essenziale: l’imperfezione.
Lavorando alle Sbambolette ho imparato ad accettarla, ad apprezzare l’espressività e il carattere di un musetto asimmetrico, a cogliere la grazia di un “rinnaccio”.
E’ per questo che le mie bambolette hanno la “S” davanti, come il paese della favola di Gianni Rodari.

Ivana Pierantozzi

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze