NULL San Benigno, campanile - Habitual Tourist
login
Visualizza sulla mappa

Il solitario campanile che svetta lungo corso Vittorio Emanuele, anticamente faceva parte dell'antica pieve di San Benigno, la prima cattedrale cittadina creata, secondo la tradizione, dal leggendario capitano Franco Transone, il fondatore dei castelli ripani.
Quando nel 1571, in seguito a lunghissime trattative, Ripatransone ottenne la cattedra vescovile, venne scelta come cattedrale fino alla consacrazione dell'attuale concattedrale dei Santi Gregorio e Margherita. Dopo la seconda guerra mondiale si decise per abbattere l'edificio sacro così da far posto ad una palazzina di appartamenti destinati agli operai comunali; si salvò soltanto il campanile.
Risalente al XVI secolo, si sa che fu terminato quando, nel 1532, era pievano Domenico Benvignati, membro dell'importante famiglia ripana. La torre è stata restaurata nel secolo scorso ricostruendo la cella campaniaria ed il tetto. Dal tempio scomparso provengono i frammenti di terracotta invetriata dell'altare (1531-1532) creati dal noto monaco scultore Fra Mattia della Robbia, esponente della famosa famiglia di ceramisti fiorentini

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze