login
Visualizza sulla mappa

Luogo di culto a Rocca di Montemonaco, immersa nello splendido scenario dei Monti Sibillini.
Abbastanza anonima se vista dal di fuori, la si trova lungo la strada che dal grande spiazzo tra il fiume ed il paese, prosegue verso Foce, incuneandosi nelle Gole dell'Aso.
Fa parte della parrocchia di San Giorgio all'Isola e la sua costruzione risale probabilmente al XVI secolo, forse a seguito della pestilenza che dilagava all'epoca,
Durante la visita apostolica della diocesi di Montalto nel 1573, eseguita da Monsignor Maremonti, trova l'interno dell'edificio in pessime condizioni, senza la pavimentazione e priva di intonaco, ne ordina una ristrutturazione.
Un'altro restauro avviene nel 1907 ad opera di Giacomo Ciotti, testimoniato da una formella a forma di rombo murata affianco all'ingresso, nel 2011 subisce alti interventi ne che consolidano le strutture.
Inglobata al margine di in un blocco costituito da altre abitazioni, la si riconosce per la scalinata che raggiunge l'ingresso, posto più in alto rispetto alla strada e per la finestra ovale sopra di esso.
La facciata è intonacata rispetto al resto della struttura che mostra la pietra con il quale è costruita, imbiancata nella parte alta e con una porzione lasciata grezza in basso. Una cornice realizzata sempre con intonaco grezzo circonda il portale principale ad arco, nella finestra superiore si vede una vetrata colorata con la figura della croce. Un'altro accesso si trova sul lato della navata a poca distanza dal piccolo campanile a vela, eretto sopra il muro di fondo della struttura, dalle linee semplicissime e che ospita una sola piccola campana.
Entrati ci si ritrova in un ambiente privo di decorazioni pittoriche e coperto da una volta ad arco ribassato, pavimentato con mattonelle di due colori differenti, una fascia di pietra levigata corre lungo le pareti.
Nel presbiterio si trova l'altare moderno, alle sue spalle rimangono i resti di quello più antico ancora installati nella parete, realizzato in legno dipinto, ospita la statua di San Rocco risalente al XVI secolo, alla sinistra dell'altare c'è l'entrata della sagrestia.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze