NULL Santi Giovanni e Benedetto - Habitual Tourist
login
Visualizza sulla mappa

La chiesa Collegiata intitolata ai santi Giovanni Battista e Benedetto, è ubicata nella parte nord-ovest di Montegiorgio. Il portoghese Don Bartolomeo Vasquez, gesuita e matematico, fuggito dal suo paese natio per la soppressione del suo ordine, rifugiatosi a Fermo, e poi trasferitosi nella cittadina montegiorgese (1779) ebbe l'idea di costruire la nuova chiesa su dei resti di altri luoghi sacri, San Giovanni fuori dalle Mure, S. Maria dei Gigli e la cappella di San Benedetto, recuperando i materiali di utilità e coinvolgendo le varie Confraternite ed associazioni, con offerte da parte sia degli eminenti esponenti dei ceti più abbienti, sia da parte del popolo.
La sua impostazione architettonica fa riferimento al modello utilizzato dai Gesuiti e molto in voga a Roma nella seconda parte del Cinquecento; i lavori iniziarono nel 1781 e si protrassero per alcuni anni.
La facciata in laterizio, con un unico portale d'ingresso in stile neoclassico, è ornata da una torre a pianta quadrangolare conclusa a forma conica, la cui altezza, di oltre 36 metri, la rende la più alta della cittadina.
L'interno, a pianta basilare tripartita, presenta una grande navata centrale e due piccole navate laterali, un presbiterio rialzato leggermente che va a concludersi in un coro absidato a pianta semicircolare, una copertura a volta a botte generata da un arco in camorcanna, vicino alle finestre, sopra alle quali si trovano le capriate in legno. Lo spazio interno è scandito da vaste arcate che costituiscono l'accesso alle cappelle laterali. Nella cappella dell'Addolorata, con nicchia posta al centro, vi sono i lavori pittorici del celebre artista Luigi Fontana (1827-1908) e la statua della Madonna Addolorata; è presente anche un altare in marmo, dono dell'importante famiglia Passari, mentre le suggestive decorazioni in parte in stucco policromo, ed in parte dipinte e dorate, sono opera di Nicola Achilli, allievo di Fontana e originario di Montegiorgio. Vi è anche conservata la tela "La Nascita di San Giovanni Battista" del noto pittore francese Accademico di San Luca in Roma, Stephanus Parrocel.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze