NULL Santissima Trinità - Habitual Tourist
login
Visualizza sulla mappa

L'intitolazione alla SS. Trinità si deve alla Confraternita omonima che ivi si costituì nel 1581. Fondata dai monaci Benedettini del monastero dei Santi Ruffino e Vitale nel corso dell'XI secolo, in un documento viene citata come "sita all'interno del Castrum Agelli", e inclusa nei possedimenti dei Conti Giberti. In seguito viene venduta da questi ultimi al Comune con un atto nella data del 14 giugno del 1265.
Tra il 1606 e il 1608 il pittore locale Muzio Vannucci realizza degli affreschi negli altari ai lati dell'ingresso, mentre tra il 1660 e il 1680 gli interni furono sottoposti a lavori di restauro e conseguente ammodernamento in stile barocco, (l'altare maggiore in legno dorato fu opera del mastro intagliatore amandolese Simone Benattendi).
Vi era anche un organo a quindici registri di cui purtroppo resta solo la cornice in legno intagliato dell'importante artista Gaetano Callido (menzionato nel 1808).

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze