NULL Sinibaldo Antonini - Habitual Tourist
login
Visualizza sulla mappa

Cittadino di Comunanza, Sinibaldo Antonini nasce nella seconda parte del Cinquecento.
Studioso e attento conoscitore della lingua latina, anche esperto in quella greca, fu un ottimo oratore.
L'Antonini riuscì a dipanare l'annosa questione di stabilire l'autore dell'opera "Le retoriche istituzioni scritte ad Erennio": in quei secoli vi erano dei dibattiti tra eruditi e studiosi, che le attribuivano ora a Cicerone ora ad altri vari autori. Sinibaldo giunse ad assegnare lo scritto alla paternità di Cornificio, dimostrandolo attraverso dei dialoghi tra l'autore ed suo fratello Cauto. Fu Aldo Manuzio di Venezia, nipote del celebre fondatore della casa editrice, a darci la notizia: nel 1582 diede alle stampe un lavoro, nella cui prefazione affermò che Sinibaldo Antonini era riuscito a decifrare il testo. Amico del grande letterato francese Marcantonio Muret, fu da lui esortato a licenziare alle stampe il Dialogo, poi editato a Venezia.
Durante la sua carriera di studioso fu autore di molti manoscritti latini ed elogi in greco. Su tutte spicca una poesia nella lingua latina al cugino Patrizio di Ascoli, in cui esalta le quattro virtù: Giustizia, Fortezza, Prudenza e Temperanza.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze