login

l gruppo si riunisce nell’estate del 2016 anche se l’attività concertistica parte ufficialmente solo nel 2017. Infatti, contrariamente a come si può pensare, è necessaria una buona preparazione musicale anche nella musica popolare. Il nostro auspicio è diffondere la nostra tradizione musicale popolare. La cultura delle nostre campagne sta lentamente scomparendo per tanti motivi: la globalizzazione, l’influsso di stili musicali differenti, l’abbandono delle campagne, etc. E’ fondamentale dunque riuscire a trovare la giusta chiave che possa aprire il cuore delle nuove generazioni e lavorare affinché queste bellissime tradizioni secolari non vengano dimenticate per sempre. Un nostro cruccio è quello di riscoprire il saltarello marchigiano suonato con violini ed altri strumenti melodici quali il flauto (come avveniva in passato fino ai primi del ‘900).
Il nostro repertorio è piuttosto vario e si articola in canti e strumentali della tradizione popolare del Piceno; alcuni brani invece sono stati musicati da Marco Pietrzela usando i testi raccolti nell’800 nelle nostre campagne da studiosi quali Alighiero Castelli.
In generale abbiamo organizzato il vasto repertorio in:
- Canti da Osteria tipicamente goliardici e simpatici adatti a locali e spazi chiusi;
- Repertorio da piazza con brani ballabili e vivaci, col saltarello a farla da padrone;
- Canti per le tradizionali Serenate nuziali a carattere amoroso e romantico da cantare insieme al futuro sposo a pochi giorni dal fatidico “si”.
- Pizziche, Tarante e Tammurriate del Sud Italia.
Insomma, un repertorio davvero vario ed adatto alle più disparate situazioni.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze