login
cerca
palazzi
Palazzo Ferri

epoca: XVI - XX° sec.

apri la mappa

Costituisce uno degli esempi più interessanti fra le residenze nobiliari ascolane situate lungo Corso Mazzini. Da un punto di vista strettamente architettonico, Palazzo Ferri è un edificio improntato ad un semplice classicismo che colloca la sua costruzione in un ambito cinquecentesco. Realizzato in travertino da maestranze locali, ha una forma leggermente concava.
Il portale principale è molto sobrio, a tutto sesto, incorniciato da grosse bugne di travertino. Le finestre architravate, sia al primo che al secondo piano, non presentano particolari caratteristiche.
La vera peculiarità di Palazzo Ferri è la decorazione esterna della facciata, un vero e proprio unicum in tutta Ascoli. La superficie dell'edificio, infatti, presenta una pregevole decorazione realizzata con la tecnica a graffito, eseguita nel 1880 da Domenico Ferri e Nazareno Orlandi.
I graffiti, i quali ricoprono due lunghe fasce al piano nobile e al secondo piano dell'edificio e le porzioni di parete tra le finestre, presentano motivi vegetali esili e sinuosi tipicamente ottocenteschi e figure di grifoni nella zona più bassa. Queste decorazioni hanno recentemente subito un intervento di restauro (2016) che ha posto fine ad una condizione di degrado che rischiava di causare la perdita dei graffiti.

invia commento

Registrati

Per commentare devi essere registrato

registrati