login
Visualizza sulla mappa

Si trova a poca distanza dal centro storico di Sant'Elpidio Morico, poco dopo aver preso la strada per Montelparo e Monteleone di Fermo.
Si parla di una chiesa di Sant'Emidio nel 1295, tra i registri dell'abbazia farfense, nel 1704 è ricordata la leggenda che la collega alla vicina fonte, dove si vuole che sia passato Sant'Emidio in persona che con la preghiera abbia dato origine alla sorgente, rifocillando i fedeli che lo seguivano. Sarà ricostruita nel XVIII secolo e ristrutturata in quello successivo, oggi l'edificio è chiuso.
Piuttosto anonimo per via della posizione un po' nascosta e per la facciata minimale dove si apre solo un semplice portale ad arco ribassato, una finestra rettangolare nella parte superiore e due lesene agli angoli, che si concludono in corrispondenza del tetto, dove passa una cornice che prosegue per il resto del perimetro.
Costruita in pietra con inserti in mattoni soprattutto nella facciata, sul lato destro si appoggia una struttura di servizio della chiesa, dirimpetto ad un grande casale colonico, sul retro si trova il piccolo campanile a vela.


Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze