login
Visualizza sulla mappa

Discende da una nobile casata locale, dalla quale aveva ereditato il titolo di Marchese.
Viene ricordato per essere stato il sindaco di San Benedetto del Tronto nei primi decenni del Novecento, quando la cittadina rivierasca era in forte espansione sia territoriale che abitativa. I Guidi possedevano una villa nei pressi del Paese Alto, era frequente che molti abitanti, gravati da incombenze di qualsiasi tipo, facessero visita al suo domicilio. il Marchese era noto per prodigarsi per le famiglie in difficoltà e viene ricordato per la sua grande generosità. Eletto nel corso del Consiglio Comunale del luglio del 1911, era appena scoppiata la guerra in Libia e si adopera per trovare i sussidi, destinati alle famiglie dei militari. Durante il suo mandato assiste anche alla Prima Guerra Mondiale. Anche in questa occasione si trova alla testa di diverse iniziative sociali e, oltre ai sussidi, raccoglie indumenti e corrispondenza per le truppe. Nonostante le difficoltà riesce a far realizzare la Caserma per l'Arma dei Carabinieri, la copertura del Teatro della Concordia, le fognature e l'illuminazione, e l'acquedotto.
Non mancò neanche di ottenere fondi per le attività scolastiche come le elementari ed il disegno tecnico, pensa anche agli stipendi degli insegnanti. Rimane in carica fino agli ultimi mesi del 1918, quando in una seduta del Consiglio comunale, relativa alla discussione del Bilancio per il 1919, mise ai voti la sua proposta di alzare il dazio sul pesce a 10 centesimi. Al termine delle consultazioni vi fu un pareggio e la proposta viene respinta, il Marchese Guidi quindi decide di dimettersi nonostante il parere contrario di molti consiglieri, portando al commissariamento del comune. Nonostante questo, non smette mai di supportare le istituzioni e mesi dopo, è nominato Amministratore dell'Ospedale Civile e dell'Asilo infantile. Per quest'ultimo segue la realizzazione del nuova struttura, progettata da Orlando Grifi, Ex ingegnere del Comune, costruito con tecniche all'avanguardia per quei decenni ed inaugurato nell'ottobre del 1933.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze