login
Visualizza sulla mappa

Nasce a Venarotta nell'agosto del 1921. Studiò all'Istituto Liceale fiorentino delle "Querce" dopo il diploma si iscrisse a Giurisprudenza, laureato "ad honorem". D'Estate tornava nella sua Venarotta per ogni vacanza, fu anche uno sportivo di grande valore, ad Ascoli aveva uno stuolo di amici che ne apprezzavano le sue indubbie doti morali. Sottotenente del 90 Fanteria "Cosseria" alla giovane età di 20 anni, la sua compagnia fu impiegata nel Don nel secondo conflitto mondiale, nel corso delle campagne militari del 1941-1942 dove fu ucciso sul campo di battaglia. Alla memoria gli fu concessa sul "campo" la Medaglia d'Argento. La motivazione del merito scritta dallo stesso comandante attesta: Il Ten. Spalvieri comandante del plotone comando artiglieria anticarro, assumeva volontariamente il comando di un plotone fucilieri privo dell'Ufficiale caduto. In sei giorni di aspra e dura lotta contro un nemico superiore per numero e mezzi, più volte guidava i suoi uomini al controassalto, per la conquista di una posizione dominante. Constatato che un plotone della propria compagnia era rimasto accerchiato dal nemico in un centro di resistenza vicino, alla testa di un manipolo di soldati, riusciva nell'intento di riconquista, con un assalto all'arma bianca, infliggendo alle truppe nemiche gravi perdite. Combattente capace, valoroso trascinatore e animatore dei propri uomini, sempre primo a tutti per ardimento e sprezzo del pericolo.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze