login

In origine la sezione superiore era attigua alla chiesa parrocchiale di San Pietro, ed era sicuramente originaria al XVII secolo.
Alla fine dell'Ottocento, e fino ai primi decenni del Novecento, lo stabile era adibito a fabbrica per la lavorazione di bachi da seta (all'epoca Castignano era una località all'avanguardia per quel che concerne questa attività).
Dopo il sisma del 1943 il palazzo fu dichiarato inagibile, e negli anni che seguirono purtroppo ci furono delle demolizioni e i piani superiori furono smantellati.
Oggi, dopo decenni di abbandono, le sezioni inferiori sono state restaurate e riaperte al pubblico durante la manifestazione "Templaria", che si svolge ogni Agosto.
In un'altra porzione dell'edificio, nel 2012 è stato inaugurato il "Museo di Arti e Mestieri Castignanesi", al quale si è introdotti da un portale con un'effige femminile ed un iscrizione con la data del 1606. Strutturato su più livelli, il museo conserva una serie di oggetti e suppellettili appartenuti ad abitanti di Castignano e dintorni.
Al primo piano fa bella mostra di se una carrozza datata XVIII secolo, appartenuta all'importante famiglia terriera dei De Scrilli.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze