NULL Santa Maria a Corte - Habitual Tourist
login

Sede della parrocchia della diocesi fermana, vi si celebrano per le ormai poche anime della Valcinante, le varie funzioni sacre; nei primi anni del XX secolo si era resa necessaria la costruzione di una nuova chiesa in posizione centrale, per volontà di Don Emidio Federici, il parroco dell'epoca, sostituendo le piccole cappelle dei vari borghi. La prima pietra del nuovo edificio fu posta nel 1919 ed a conclusione dei lavori, nel 1922, viene consacrata dall'arcivescovo di Fermo Carlo Castelli. La struttura viene realizzata in arenaria con le finiture e gli abbellimenti realizzati in mattoni. Sulla sobria facciata si apre il portale in cotto, leggermente strombato, con un lunotto lasciato vuoto a coronare l'arcata dell'accesso; una fascia di mattoni che divide la facciata si innesta all'altezza dell'architrave. Ad illuminare l'interno vi è il grande rosone con vetrata decorata, mentre il cornicione del tetto sempre in cotto risulta piuttosto particolareggiato ed impreziosisce la facciata. All'interno sono custoditi diversi reliquiari storici e fino al 1984 vi era una statua della Vergine con bambino risalente al XV secolo, rubata e mai più recuperata; annessi all'aula sacra ci sono diverse strutture come la sacrestia, il grazioso campanile che snello si alza sul lato destro per richiamare i fedeli alle celebrazioni e l'interessante casa parrocchiale, edificata nello stesso periodo.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze