NULL Sant'Emidio alle Grotte - Habitual Tourist
login

Si trova nel quartiere di Campo Parignano il Tempietto di Sant'Emidio alle Grotte, uno dei monumenti più importanti e significativi di Ascoli Piceno. I lavori iniziarono nel 1717, dopo aver affidato la commissione del progetto a Giuseppe Giosafatti, che si ispirò allo stile sobrio di Pietro da Cortona. La chiesa venne edificata nella cavità principale del cimitero paleocristiano, dove la tradizione popolare collocava la prima sepoltura del santo patrono della città, Sant’Emidio.
La facciata in pietra di travertino, pittorescamente addossata alla parete in tufo, si compone di due piani sovrapposti: in quello inferiore di ordine dorico, ripartito in lesene, sporge al centro un piccolo portico di forma ellittica con sei colonne coronate dalla cupola, dove spicca lo stemma del vescovo Giovanni Gambi (1716-1726), committente del tempietto. Alle estremità si aprono due nicchie vuote e due finestre di forma rettangolare; il secondo ordine, di dimensioni ridotte, nella parte centrale viene raccordato a quello sottostante da mensoloni rovesciati, e si conclude con un frontone circolare sul cui centro risalta lo stemma di papa Clemente XI, ingentilito da puttini che sostengono le chiavi ed il triregno. Ai lati della discesa delle volute rovesciate vi sono festoni di frutta che si ricongiungono all'ordine dorico del primo livello. Alle estremità vi sono due angeli con dimensioni maggiori del naturale, recanti in mano la palma, simbolo del martirio e insieme concludono la composizione della facciata. L'interno, costituito da una piccola grotta naturale incavata nella roccia di tufo della collina stessa, conserva l'originaria semplicità, con l’austero rivestimento in pietra delle pareti naturali e delle volte in laterizi. Dietro l'altare vi è la statua in travertino del santo patrono di Ascoli, realizzata da Lazzaro Giosafatti. Nella parete di fondo si possono vedere alcune fosse scavate nel tufo che custodirono per molti secoli le reliquie del santo e dei suoi discepoli.

Se vuoi condividere questa scheda sui social, puoi utilizzare uno dei pulsanti qui sotto:

Altro nelle vicinanze